Blog entries

It’s cold outside… and the rain is falling down…

Siamo all’ultimo giorno di questo micro tour… Sta tutto procedendo bene tra le solite nostre sfighe da tour: dormite in posti improbabilissimi, voci che spariscono dopo solo 3 date e cose del genere. Ora sono a casa di Matte a Genova, ho bisogno di una doccia sperando che si liberi il bagno molto presto. I Queers dovrebbero presentarsi da noi alle 3 e partiremo per La Spezia per l’ultima data. Sarà divertente ma suderemo l’anima dentro la Skaletta.

Per quanto riguarda gli shows non poteva andare meglio. A Milano è stato incredibile, pur essendo un martedì sera, 250 anime sono venute a singalongare i pezzi da Beat Off a Pleasent Screams. Jimmy e i ragazzi di Troublezine che avevano organizzato il tutto sono stati ultra contenti (e noi no?).
A Cuneo abbiamo suonato al Nuvolari che è uno spazio estivo grande con un impianto enorme quanto bastardo. Il suono della voce rimbalzava tra le pareti di lamiera della struttura e quando cantavi ti tornava con il ritardo dell’eco mandandoti fuori tempo alla prima distrazione! Cuneo e dintorni comunque si riconfermano città con il miglior catering al mondo. Che sia il Cinema Vekkio o il Nuvolari, il mangiare per i gruppi è sempre ottimo… :)
Dopo Cuneo siamo scesi fino a Roma a risuonare al Traffic, dopo l’esperienza tragicomica del Novembre scorso. A questo giro, niente rapine nel furgone o gomme tagliate, ma tanto sudore e un Sandro biondissimo e molesto sotto al palco che non voleva farci scendere se non avessimo fatto “Don’t take me for granted” dei Social D. :)
Da Roma siamo saliti a Piacenza e chi era presente alla serata può testimoniare che è filato tutto liscio. Nonostante malelingue avessero messo in giro la voce che il concerto non ci sarebbe stato, nonostante qualcuno abbia incendiato le strutture del locale la notte prima, abbiamo spaccato i culi a 2000 persone. Un big up va a Nico e Giulio di 29100 che sono stati stra disponibili e per l’ennesima volta hanno lavorato gratis per il rock’n’roll…
Da Piacenza infine siamo giunti a Genova dove abbiamo suonato in un vecchio istituto scolastico occupato. La stanchezza della settimana mi ha fatto pisolare tutto il concerto dei Queers. Ricordo di aver sentito il primo pezzo e poi un “Ragazzi carichiamo il furgone!” di Chris. In mezzo l’oblio. Ahah…

Piccolo update di oggi 28 giugno: a Spezia c’era un caldo infernale ed è stato bello risuonare alla Skaletta dopo tre anni quasi esatti. Grazie a Diego, Fra, Daria, Caredda e tutti quelli che erano sotto al palco. Per i Queers erano tutti stra sudati e felici. Il video nella videocamera di Justin potrebbe testimoniarlo. Siamo ritornati decimati con l’alba alle spalle e tanta ma tanta soddisfazione. Justin, Phil, Joe and Jeff we already miss you.. :(
Fine piccolo update

Ovviamente non vi racconto neanche com’è un tipico concerto dei Queers perchè dovreste saperlo da soli: canzoni una dietro l’altra senza sosta, loro che alternano i loro pezzi bubblegum a pezzi dei Queers anni 80. Insomma che duri un’ora o due, è comunque una devastazione!

Non appena arriveremo a casa cercherò di recuperare tutte le foto e aggiungerle alla galleria.

Il bagno si è liberato, vado a fare la doccia, YO!